Banner1400x372_8maggioa

Juan Carlos Mestre

PALAZZO CHIERICATI

con
Juan Carlos Mestre voce recitante, bandoneon;
in collaborazione con “Poetry Vicenza” (Gallerie Palazzo Leoni Montanari).

Programma

Poeta e artista visuale, è nato nel 1957 a Villafranca del Bierzo (Spagna). È cantastorie visionario che crea immagini nelle quali realtà e invenzione si intrecciano in atmosfere incantate. È autore di Siete poemas escritos junto a la lluvia (1982); La visita de Safo (1983); Antífona del otoño en el Valle del Bierzo (Premio Adonáis, 1985; ripubblicato nel 2003 con un CD assieme a Amancio Prada e ad altri musicisti); Las páginas del fuego (1987); La poesía ha caído en desgracia (Premio Jaime Gil de Biedma, 1992); La tumba de Keats (Premio Jaén de Po- esía, 1999); El Universo está en la noche (2006, singolare opera nella quale ricrea miti e leggende mesoamericani); La casa roja (2008, Premio Nacional de Poesía 2009); La visita de Safo y otros poemas para despedir a Lennon (2011, nella quale rivisita e amplia una sua opera giovanile); e infine La bicicleta del panadero (2012, Premio de la Crítica de poesía castellana). Una selezione di sue poesie è stata raccolta nel volume Las estrellas para quien las trabaja (2007). “Casa della poesia” (Salerno) ha pubblicato un’antologia delle sue poesie dal titolo Le stelle a chi le lavora (cura e traduzioni di Raffaella Marzano e Guadalupe Grande, 2012). Come artista visuale, Mestre ha esposto in molti paesi europei, negli Stati Uniti e in America Latina.

Soci