Banner1400x372_15maggiob-1

La buia notte della Guerra

VILLA GUICCIOLI  - Dalle ore 23.00 apertura straordinaria al pubblico del Museo del Risorgimento

con
Jan Lundgren pianoforte
Percorso fotografico a cura di Pino Ninfa

Programma

Da alcuni anni a questa parte Vicenza Jazz escogita curiosi concerti di mezzanotte, irresistibili nel loro mix di location, contenuto musicale e, naturalmente, orario nottambulo. Quest’anno lo scenario sarà offerto da Villa Guiccioli, sede del Museo del Risorgimento e della Resistenza: luogo non casuale visto che nel 2015 ricorre il centenario dall’entrata dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale. A ciò sarà ispirata la performance audiovisiva “La buia notte della Guerra”, che coinvolgerà per la parte musicale il pianista svedese Jan Lundgren.
Musicista incredibilmente prolifico (oltre 40 dischi come leader), Lundgren è un perfetto esponente della moderna scuola post-boppistica. Oltre a un’ampia varietà di collaborazioni sulla scena svedese, Lundgren vanta una notevole esperienza anche in campo internazionale: con Johnny Griffin, Mark Murphy, Richard Galliano, Paolo Fresu, Herb Geller, Joe LaBarbera, Scott Hamilton, Conte Candoli, Lee Konitz, Stacey Kent, Charlie Mariano… Per la parte visiva interverranno invece le fotografie di Pino Ninfa. Artista dell’immagine attivo sul fronte dei reportage ma anche celebre firma della fotografia legata allo spettacolo (e particolarmente proprio quello jazz), Ninfa ha posto il senso del suo lavoro fotografico nel connubio tra musica e aspetto sociale. Ha sviluppato progetti sulla solidarietà con diverse ONG, fra cui Emergency, Amani, CBM Italia e Cesvi. Da anni porta avanti progetti multimediali che prevedono l’incontro tra musica e fotografia, al fianco di musicisti come Paolo Fresu, Franco D’Andrea, Stefano Bollani, Enrico Pierannunzi, Danilo Rea, Rita Marcotulli…

Soci