Guantanamo_1400x372

Fabrizio Puglisi & Guantanamo

al JAZZ CAFE' TRIVELLATO - TEATRO ASTRA

con
Fabrizio Puglisi piano, synth arp;
Stefano Senni basso;
Gaetano Alfonsi batteria;
Danilo Mineo e William Simone percussioni;
Venus Rodriguez voce.

dalle 21:30 YLYNE (FRANK MARTINO LIVE SET) & VISUAL ART BY LSKA

Programma

YLYNE è il nuovo progetto di musica elettronica del chitarrista e compositore Frank Martino ed è basato interamente su composizioni e improvvisazioni originali in versione Live-set, prevedendo l'utilizzo dal vivo di campionatori, launchpads e computers. La musica di YLYNE non è classificabile all'interno di un genere ben preciso, ma è il risultato di un mix di ambient, dubstep, trip-hop, trap, IDM, con notevole utilizzo di suoni campionati dal mondo circostante o ottenuti da oggetti disparati come lastre di metallo, tazzine da caffè, cuscini o tostapane.

Frank Martino (Messina, 1983), laureato con il massimo dei voti in chitarra jazz presso il Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara, fonda insieme ai compagni/amici del Frescobaldi la band MOF (due dischi all’attivo, collaborazione con AuandRecords, partecipazione ai più importanti festival e rassegne di jazz italiano), considerata tra i migliori 10 gruppi jazz italiani 2013 dai sondaggi della nota rivista Jazz It, invitata dagli Area in persona a suonare al festival Festambiente Sud nel 2013. È, inoltre, chitarrista della band reggae-ska veneziana Ska-j (Marco Forieri, ex PituraFreska).

LSKA

Musicista, compositore, videoartista. Scrive e compone musica per il teatro, la danza e il video. Ha collaborato tra gli altri con Tam Teatromusica (Padova), AiEP (Milano), Centro Sperimentale di Cinematografia (Milano), Operaestate (Bassano del Grappa).Partendo dallo studio del jazz e dell’improvvisazione e unendolo alla passione per l’informatica, sviluppa il suo interesse per la sperimentazione basata sui sistemi interattivi, creando installazioni e video generativi basati sull'interazione con la musica e il movimento.Per Vicenza Jazz proporrà un allestimento video con mapping 3D e installazioni interattive ispirate alle copertine e ai titoli di storici album jazz.

FABRIZIO PUGLISI & GUANTANAMO
Guantanamo è un sestetto che mette il ritmo al centro del discorso. L’ispirazione nasce dal grande patrimonio della tradizione afro-cubana con un repertorio in parte originale ed in parte costituito da “classici” rivisitati in chiave afro-latina con un tocco di acida psichedelia: i sei musicisti si muovono dal latin jazz al cubop impastandoli con poliritmie africane, rumba e son cubano. Il risultato finale è un sound che fonde tradizione e modernità con destinazione Guantanamo.

Fabrizio Puglisi: nel 1987 si iscrive al DAMS di Bologna laureandosi con lode nel '95 con una tesi su Cecil Taylor. Dal 1997 al 2003 si è stabilito per lunghi periodi ad Amsterdam, dove collabora con alcuni musicisti della scena olandese tra cui Tristan Honsinger, Han Bennink, Ernst Glerum, Ab Baars, Sean Bergin, Ernst Reijseger, Tobias Delius, la big band Tetzepi. Ha collaborato tra gli altri con: Steve Lacy, Louis Sclavis, Lester Bowie, Don Moye, George Russell, David Murray, Don Byron, Hamid Drake, John Zorn, Alvin Curran, Butch Morris, Kenny Wheeler, Enrico Rava, Dave Liebman, Ronnie Cuber, Michel Godard, Deus Ex Machina, Roy Paci, Mark Dresser, Flavio Boltro, Paolo Fresu, Steve Grossman, Cristina Zavalloni, Gianluca Petrella, Italian Instabile Orchestra, Keith Tippett, Mattias Schubert, Gunter Sommer, Alfio Antico. Si è esibito in festival negli Stati Uniti, in Canada, in Europa, Turchia, Senegal, Marocco, Egitto ed in Messico. E’ membro del Collettivo Bassesfere, associazione per lo sviluppo e la diffusione della musica improvvisata e di ricerca. Conduce laboratori di musica d’insieme presso la Scuola Popolare di Musica “Ivan Illich” di Bologna ed insegna Pianoforte Jazz al Conservatorio "A.Scontrino" di Trapani.

Stefano Senni ha suonato con questi e altri grandi musicisti : Tony Scott, Art Farmer, Enrico Rava, Stefano Bollani, Benny Golson, Cedar Walton, Lee Konitz, Barry Harris, Steve Grossman, Randy Brecker, Jimmy Owens, Bobby Watson, Bob Mover, George Cables, Eliot Zigmund, Renè Utreger, Oscar Klein, Joy Garrison, Mark Murphy, Michelle Hendricks, Dusko Gojkovic, Franco Ambrosetti, Rachel Gould, Tom Kirkpatrick, Steve EllingtonTom Harrell, Keith Copeland, Ronnie Matthews, Ray Mantilla, Eddie Henderson, Chris Speed, Jim Snidero, Jay Rodriguez, Bobby Durham, Ralph Alessi, George Robert, Anthony Coleman, Carl Allen, Vincent Herring, Lew Tabackin, Cecil Bridgewater, Ben Riley, Garrison Fewell, Kate Baker, Damon Brown, Irio De Paula, Dave Schnitter, Bob Mintzer, Ferenc Nemeth, Michael Blake, Ron Horton, Michael Sarin, Steven Bernstein, Frank Lacy, Don Byron, Jeff Ballard, Francisco Mela, Rob Mazurek, Joel Holmes, John AbercrombieNicole Mitchell, Dena DeRose, Anat Cohen, Jason Lindner, Daniel Freedman, Yonathan Avishai, Aaron Goldberg, Joe Magnarelli, Terell Stafford, Kevin Hays, … E' membro stabile, tra le innumerevoli collaborazioni, del collettivo ElGallorojo, del Parco Della Musica Jazz Lab diretto da Enrico Rava, del quintetto "I Visionari" di Stefano Bollani. E' presente in oltre 70 incisioni discografiche.

Danilo Mineo: Ha collaborato e suonato con diversi artisti e band, tra i quali: La Mas Salsera, Los Bandidos, Mop Mop, Victor Valdez, James Thompson, Guglielmo Pagnozzi, Giancarlo Schiaffini, Gianluca Petrella, Roy Paci, Domenico Caliri, Billy Nankouma Konate', Hadja Sire' Doumbouya, Giovanni Imparato, Dudu' Kwate, Lorenzo Abu Gasperoni. Ha suonato in festival internazionali, come: Fazz, Crossroads, Clusone Jazz Festival, Metronome International Festival, Carpino Folk Festival, Milano Film Festival, Sicily Jazz Festival, Paradiso Jazz Festival (I), Jazznotjazz am see (G), RDV De L'Erdre (F). Attualmente tiene corsi di percussioni afro-latine presso la Scuola Popolare di Musica Ivan Illich di Bologna e collabora nel settore didattico con Franco Rossi e l' AMM di Milano.

Gaetano Alfonsi: Studia presso il Conservatorio “G.Spuntini” di Ascoli Piceno per continuare gli studi diplomandosi all’ Accademia Musica Moderna di Milano sotto la guida di Franco Rossi, approfondendo i linguaggi afro-cubani, jazz, funky, jungle, afro beat. Laureato al corso di 1azz Conservatorio G.B.Martini di Bologna, è inoltre laureato in Matematica presso l’Università di Bologna. Tra le varie collaborazioni: Roy Paci, Mauro Ottolini, Gianluca Petrella, Guglielmo Pagnozzi, David Riondino ( “La Buona Novella” di Fabrizio De Andrè), Marco Catinaccio, Dudù Kwate. Suona stabilmente nei gruppi Voodoo Sound Club, Comanda Barabba, Electric Flag e insegna presso l’Amm di Modena e la Drum School Franco Rossi sede di Bologna.

William Simone: studia percussioni afrocubane in italia con Massimo Carrano presso il conservatorio T.Schipa di Lecce , corso sperimentale, per poi  proseguire privatamente con  Giovanni Imparato. Nel 2006 studia anche Tombak e Daf  ( tradizione mediorientale ) con Paolo Pacciolla. Dal 2008 si reca annualmente a Cuba per approfondire lo studio del patrimonio musicale afrocubano, folklorico e popolare, studiando con Irian Lopez Rodriguez (Los Chinitos), Cusito Penalver e Massimino (Rumberos de Cuba), Josè Eladio, Changuito. Alcune collaborazioni tra Italia, Europa, India e Cuba: 05 di Contrabbando, Transalento, Goatika Creative Lab, George Brooks, Taranta Virus, Canzoniere Grecanico Salentino, Alma Jazz Orchestra, El Goyo Hernandez, Juan de Dios, El Negro Triana, Los Chinitos, Giovanni Imparato,   Fabrizio Puglisi, Guantanamo, Jolaurlo, Una.

Venus Rodriguez studia musica e danza alla Habana presso la Casa della Cultura “Julian del Casal”. Si esibisce come cantante in Italia col gruppo samba “Las Rainas do Ritmo” e con il gruppo “Ochanla”. Collabora con “Cumbia Mela”, “Guantanamo” e l’orchestra “La Mas Salsera”. Danzatrice e cantante specializzata nel folklore afro-cubano insegna in varie scuole di musica in Emilia-Romagna. 

Soci