Pietre_1400x372

ENRICO INTRA – GAVINO MURGIA – PIETRO PIRELLI “SUONARE IL SUONO”

Enrico Intra pianoforte
Gavino Murgia sassofono, voce
Pietro Pirelli pietre sonanti

Programma

Vicenza Jazz ricorda lo scultore Pinuccio Sciola, a un anno esatto dalla sua scomparsa, avvenuta il 13 maggio 2016. Allievo di Minguzzi, Kokoschka e Vedova, nel 1996 iniziò a sviluppare l’idea delle pietre sonore: pezzi di roccia incisi e scolpiti per liberare la musicalità intrinseca alla materia. Le sculture, percosse o accarezzate, sfiorate o suonate con le mani o l’archetto, producono sonorità di ancestrale bellezza, che ricordano il vetro o il metallo, strumenti di legno e perfino la voce umana.
Suonate per la prima volta dal percussionista svizzero Pierre Favre, ed esposte in importanti ambientazioni in tutto il mondo, le pietre sonanti di Sciola verranno portate a Vicenza nella suggestiva cornice notturna del Cimitero Maggiore. Qui saranno affidate alle mani di Pietro Pirelli, che da anni ne esplora le magiche proprietà acustiche. Al suo fianco, Enrico Intra e Gavino Murgia costruiranno le loro improvvisazioni attorno al sound delle pietre.
Enrico Intra è una personalità di spicco del jazz europeo: attivo dagli anni Cinquanta, ha lasciato significative prove discografiche al fianco di Gerry Mulligan e Dave Liebman.
Con Gavino Murgia l’estetica jazzistica incontra la tradizione musicale sarda: sassofonista, voce di bassu nel tipico canto a Tenore, suonatore di launeddas, Murgia ha collaborato come Michel Godard, Rabih Abou Kalil, Gianluigi Trovesi, Antonello Salis, Don Moye…

Soci