Paoli_1400x372

DANILO REA & GINO PAOLI

Gino Paoli voce
Danilo Rea pianoforte

Programma

Tutto sembra ancora fresco come la prima volta, eppure è ormai di lunga data il flirt tra Gino Paoli e il jazz. In particolare, seguendo il percorso della collaborazione con Danilo Rea si risale indietro di una decina d’anni, quando Paoli si lanciò in “Un incontro di jazz”, progetto di enorme successo che lo vedeva accompagnato dal quintetto di Enrico Rava (appunto con Rea al pianoforte). Documentata anche su disco (Milestones, 2007, su etichetta Blue Note) la jazz band di Gino Paoli ha poi affrontato un avvicendamento nell’organico, con l’entrata di Flavio Boltro al posto di Rava. È con questa aggiornata line up che Paoli ha firmato il disco Auditorium Recording Studio (2011).
Questa fortunata esperienza si è poi ulteriormente distillata nella formula del duo voce e pianoforte, che pone sotto i riflettori le magistrali doti di interpreti di entrambi questi musicisti. Documentato anche su Cd (Due come noi che…, 2012), il duo sfoggia un repertorio che spazia dai memorabili temi firmati da Paoli a grandi successi della canzone d’autore italiana e internazionale, sino a sorprendenti affondi nel repertorio napoletano. Per Rea è un’occasione in più per sottolineare la sua duplice vocazione di pianista dallo swing fiammante e dal tocco lirico incantatorio. Per Paoli sarà invece come sfogliare un album di famiglia, con le sue indimenticabili canzoni (Il cielo in una stanza, La gatta…) affiancate a quelle dei cantautori genovesi, che per lui sono stati gli amici di una vita: Fabrizio De André, Umberto Bindi, Luigi Tenco, Bruno Lauzi.

Soci